domenica 16 marzo 2014

il Navigatore Della Nostra Macchina


a volte è difficile trovare una strada...ma quando abbiamo con noi la guida giusta nel navigatore della nostra macchina...abbiamo sicuramente la speranza di arrivare alla meta...

Nicola Lecce
Scritta il 14-03-2014

sabato 6 luglio 2013

Quando Bussa un Testimone di Geova Alla Porta

stamattina ha bussato davanti porta di casa mia un testimone di geova...dopo averci parlato per qualche minuto, parlando della Bibbia naturalmente...lui mi ha stretto la mano ci siamo salutati ed ha capito con chi stava parlando (non con uno sprovveduto) ed ho visto nei suoi occhi la consapevolezza, di fermarsi e di non andare oltre con me...anche se abbiamo avuto un confronto civile ed educato, e vedendo da parte sua la mia capacità di rispondere a tutte le sue domande e di far capire a lui, che quando si e preparati alla parola di Dio (non a Chiacchere) ma ascoltarla e metterla in pratica, si ha come una corazza addosso, e infine prima di andare via, gli ho detto cosa diceva Gesù nel Vangelo di oggi venerdi 5 luglio 2013: + Dal Vangelo Secondo Matteo (9,12-13) "Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati. Io non sono venuto infatti a chiamare i giusti, ma i peccatori". Lui mi ha guardato e mi ha salutato con tanta educazione e se ne andato via.

in breve:

Qual'è la sfida che le parole di Gesù presentano alla nostra comunità?

Gesù chiede alla gente di leggere e di capire l’Antico Testamento che dice: "Misericordia voglio e non sacrificio". Cosa vuol dirci Gesù con questo oggi?

Beato chi è fedele ai tuoi insegnamenti
e ti cerca, Signore, con tutto il cuore.
Con tutto il cuore ti cerco:
non farmi deviare dai tuoi precetti. (Sal 118)

O Dio, che ci hai reso figli della luce
con il tuo Spirito di adozione,
fa’ che non ricadiamo nelle tenebre dell’errore,
ma restiamo sempre luminosi
nello splendore della verità.

Nicola Lecce
Scritta il 05/07/2013

mercoledì 24 aprile 2013

Lettera a Tonino


Lettera a Tonino

Caro Tonino,

ho deciso di scriverti alcune cose perché, sai, a volte quando si è in un discorso orale si dimenticano tante parole e forse sono proprio queste ad aiutarci a capire meglio tante cose, sebbene si tratti di una realtà delicata. Perciò voglio starti vicino con tutto il cuore scrivendoti questa piccola lettera. sai la vita riserva spesso indiscriminatamente momenti difficili costringendoci così a fare delle scelte che forse ci segnano davvero per sempre. Un piccolo strascico di queste, forse, permane in noi per tutti i nostri giorni, ma proprio in questo momento bisogna essere forti anche se non è facile, ma io te lo chiedo con tutto il cuore fatti forza e non mollare, perche devi sapere che ci sono tante persone come me, che ti stimano e ti vogliono bene. le scelte, hanno un ruolo importante che se fatte sbagliate possono infliggerci ancora più sofferenza. Esse fanno si che ciò che siamo noi oggi sia frutto di tutto quello che abbiamo costruito ieri. E per riuscire ad essere migliori, per essere degli adulti "grandi" (di animo) forse bisogna soffrire, sacrificarsi e non rinunciare oggi per poi ottenere delle soddisfazioni domani. Forse è un rischio che vale la pena correre. Si, di sicuro, quando si soffre sembra che quel dolore sia il più grande del mondo... sembra di non poterlo superare perché la nostra testa rimane lì, fissa sulla causa della nostra sofferenza... sbatte sullo stesso pensiero facendolo diventare così grande da caratterizzare ogni singolo istante della nostra vita e scandirne i secondi. spesso i nostri progetti di vita, si concretizzano in un modo completamente diverso da quello che abbiamo immaginato, sorge allora quello stato di insoddisfazione perché le cose dovevano andare diversamente, dovevano andare come noi abbiamo immaginato, ovvero meglio, Così dentro di noi rimane quel rimpianto che non ci lascia mai, che rimane seduto accanto a noi e ci rende spettatori di quella vita che in realtà dovremmo vivere in qualità di protagonisti, Com'è che le cose fossero andate se...??? Non possiamo saperlo. Non puoi saperlo caro Tonino, Potremmo immaginarlo si, ma... sarebbe solo ciò che noi vorremmo e non la realtà... è forse per quello, allora, che l'immaginazione è il sale della vita, ma la realtà è la luce del mondo, noi tutti Immaginiamo un futuro roseo per la nostra famiglia, immaginiamo di riuscire ad andare avanti, giorno per giorno, sempre col sorriso e con la fierezza di avere la forza e la voglia di un giorno nuovo, e di tante soddisfazioni ma ad un certo punto, però, dobbiamo smettere di immaginare, e dobbiamo iniziare a vivere la realtà Ciò che eri prima non sei oggi. Gli errori di un tempo non devono per forza essere quelli di oggi. Se prima non hai vissuto, ora puoi farlo. Spetta solo a te. L'importante è non aver paura e non fossilizzare il pensiero... Esso è la cosa più forte che possa esistere... Il pensiero e la riflessione scuotono gli animi e gli animi scossi, muovono il mondo. Il mondo è anche tuo Tonino, tuo e della tua famiglia voi siete una piccola parte che, insieme con tante altre piccole parti, costituisce la meravigliosa totalità di quello che ci circonda. Pertanto, non pentirti di nulla. Ciò che è stato prima ti ha permesso di essere così ora. Di essere il ragazzo che sei... lo stesso che ho conosciuto anni fa e che oggi è un' amico stupendo. Se per essere così hai dovuto vivere tutto quello che c'è stato prima, allora, devi esserne fiero. Non pensare al retrogusto amaro che lasciano delle vicissitudini, Convinci il tuo cuore...Semplicemente vivi...Vivi perché, se lo fai e va male, potrai sempre pensare di aver agito in qualche modo... ma se pensi e non agisci, ti resterà sempre l'idea di qualcosa che non è stato e non è. Perciò, non ritenerti deluso o affranto. Devi solo essere preparato al fatto che la vita è una sorpresa inaspettata, e che c'e sempre la possibilità di ricominciare ed essere più forti di prima, e mi raccomando non pensare al giudizio degli altri. voglio concludere questa lettera non con parole mie, ma riportandoti cosa ci dice la Bibbia, cosa ci dice Gesù a riguardo del giudizio degli altri, e che tu e la tua famiglia non dovete assolutamente pensare e tantomeno pesare, perche ciò che conta non è il giudizio degli altri ma quello di Dio.

Gesù disse: "Non giudicate, affinché non siate giudicati; perché con il giudizio con il quale giudicate, sarete giudicati; e con la misura con la quale misurate, sarà misurato a voi. "Ciascuno di noi renderà conto di sé stesso a Dio. Smettiamo dunque di giudicarci gli uni gli altri; decidetevi piuttosto a non porre inciampo sulla via del fratello, né a essere per lui un'occasione di caduta. "Non sparlate gli uni degli altri fratelli.

In Breve...Troppe volte si punta il dito verso quel fratello o quella sorella che a proprio parere non sono "perfetti" nel loro cammino. Ma mentre il nostro dito è rivolto contro gli altri, le altre dita puntano verso di noi ricordandoci che il giudizio spetta solo a Dio. Quando tuo fratello commette un errore, non trascinarlo sul tavolo degli imputati, ma parlagli con riservatezza mediante la grazia che è in te. Non sai che una parola proferita con giudizio può uccidere una vita spirituale, che poteva essere ristabilita ? Ricordati di quando vivevi come peccatore, e sei andato a Dio. Non hai trovato uno sguardo di giudizio e di condanna, ma occhi che ti guardavano con amore. Non essere precipitoso nel trarre le tue conclusioni riguardo al prossimo, perché Dio solo conosce l'intimo del cuore e per Lui nulla è nascosto. Se sei a conoscenza di una debolezza di tuo fratello, non diffondere dicerie sul suo conto, ciò non farebbe altro che distruggere la sua vita e indebolire il corpo di Cristo. Piuttosto prega e chiedi a Dio il giusto consiglio.

Ti voglio bene Tonino
da un amico che è niente e nessuno

Nicola Lecce
Scritta il 23/04/2013

mercoledì 13 marzo 2013

Buona Notte a...


Buona notte a...

Buona notte a chi non ha piu amore, ma con la fede, e la preghiera puo ritrovarlo.

Buona notte a chi si sente solo, ma non sa che il suo miglior amico (Gesù) gli è sempre vicino.

Buona notte a chi ha perso il lavoro, la fiducia, la speranza, perche ormai pensa che tutto è impossibile, invece Gesù ci dice, cio che a noi è impossibile, a Dio tutto è possibile.

Buona notte a chi durante il giorno ha sempre chiesto a Dio, ma non lo ha mai ringraziato.

Buona notte a chi ha perduto la sua fede, ma non sa che affidantosi alla Madonna con la preghiera, puo ritrovarla.

Buona notte a chi non riesce a dormire, perchè è in cerca della verità in Cristo Gesù.

Buona notte a chi ha paura della notte, ma prega ogni giorno per superarla.

Buona notte a chi sogna una vita migliore, perchè la realtà che stiamo attraversando ci fa molto paura, ma la realtà e la paura, solo in un modo si possono superare, confidandoci e affidandoci a Cristo Gesù.

Buona notte a chi ogni giorno lotta contro la sua malattia, ma prega ogni giorno Dio per la sua guarigione.

Buona notte a chi ogni sera prima di addormentarsi, si ricordi di aprire il libro della vita, (La Bibbia) e possa leggervi un brano, per poi meditarlo e viverlo il giorno dopo.

Buona notte a tutti voi, fratelli e sorelle in Cristo Gesù
da un servo inutile.

Nicola Lecce
scritta il 13/03/2013

venerdì 25 gennaio 2013

I Miei Tre Angioletti


I Miei Tre Angioletti

non conosco luce e ombra nei miei tre angioletti, non vedo la bella o la brutta nei miei tre angioletti, hanno tutte e tre il colore della vita, il profondo dell'anima, il cuore grande e la speranza nell'eternità. 

Sono Marina:
l'angelo della vita,
vedo lontano l'essenza vera delle cose,
dove Dio è luce ed eternità,
non conosco rumore o silenzio,
non sento la voce ma il rumore nell'anima,
guardo con occhi pieni, il cammino lontano, che mi riempie il cuore.

Sono Maria Chiara:
l'angelo della preghiera,
ho lo sguardo tondo sulla vita, essa mi parla come il sole che ci dona i raggi di luce,
dolci l'orecchie mie, Dio colmò di baci, non conosco la parola e il canto,
non sussurro non urlo,
con voce povera vedo della poesia l'alto,
affronto la via con la parola negli occhi, mi divide da tutti un muro.

Sono Manuela:
l'angelo dell'amore,
m'aggiro risoluto da solo, esso può ascoltare la mia voce,
solo io posso parlarle, il Dio mi donò questa croce.


"Poesia Dedicata Ai Miei Tre Angioletti"
"Le Mie Tre Figlie"

Nicola Lecce
Scritta il 25/01/2013

lunedì 31 dicembre 2012

Buon Anno 2013


Auguro a Tutti Un Buon Anno 2013
Che Sia Un'Altro Anno Di Continuita' Al Nostro Percorso Di Fede
Di Disperanza e Di Carità
Ma Sopratutto Un Anno Proiettato Per Ognuno Di Noi
Verso La Meta...Che è La Santità.

Nicola Lecce
31/12/2012

lunedì 24 dicembre 2012

Tanti Auguri Di Buon Natale 2012 a Tutti


Tanti Auguri Di Buon Natale 2012 a Tutti

Il Natale è la festa cristiana più importante, perché ricorda il Figlio di Dio fatto uomo per tutti noi. Nella grotta di Betlemme Egli nasce ed è speranza per tutta l’umanità. Purtroppo il Natale è inteso come festa delineata dal consumismo e poche volte ci si accorge di chi è nel bisogno. Gesù è nato da Maria, povero per essere solidale con gli ultimi, Gesù nasce in una grotta senza le comodità e viene riscaldato da un bue ed un asinello. Gesù viene visitato per primo dai pastori e dai Re che riconoscono la Sua regalità.

Anche noi portiamo in questo Natale un dono a Gesù che è quello delle buone opere, senza ricercare il nostro meschino rendiconto, ricordandoci che quel Gesù nato e coperto dal solo fieno ha dato la vita per tutti noi.

Auguro a tutti la condizione migliore per far nascere Gesù nel proprio cuore, e portarlo per tutto l’anno, facendo risplendere nella vita di ciascuno di noi, la Sua luce che è Amore e Gioia.

Tanti Auguri Di Buon Natale a Tutti
Nicola Lecce
24/12/2012

domenica 4 novembre 2012

La Parola Di Dio Ci Dice:


La Parola di Dio ci dice:
“Conoscerete la verità e la verità vi farà liberi”. 
(Gv 8,32)

Riassumendo troviamo tre punti fondamentali in questa frase del Vangelo: la conoscenza, la verità e la libertà; inizialmente cè bisogno di conoscere, di sapere cosa dice la Parola di Dio, successivamente, quando avremo compreso la verità che essa contiene, allora saremo liberi.

Nicola Lecce
Scritta il 04/11/2012

martedì 26 giugno 2012

Montevergine 25 Giugno 2012


Montevergine 25 Giugno 2012. Celebrazione Eucaristica Presieduta da Sua Eminenza il Card. Crescenzio Sepe, Arcivescovo Metropolita di Napoli e Presidente della Conferenza Episcopale Campana.
in Occasione del Restauro della Sacra Immagine della Madonna di Montevergine Rimessa Nella Cappella e Lettura del Decreto Abbaziale di Indizione e Apertura dell'Anno Mariano (25 Giugno 2012 - 25 Giugno 2013)

Nicola Lecce
Scritta il 26/06/2012

lunedì 21 maggio 2012

Quando Dici:


Quando Dici:  "E' Impossibile"

Dio Ti Dice: "Tutto è Possibile"

Luca 18:27

Scritta il 21/05/2012

lunedì 23 aprile 2012

Preghiera Per Tutti i Bambini Ammalati Nel Mondo


Signore abbi pietà, per tutti i bambini ammalati, che ci sono nel mondo, che si trovano adesso in una profonda tristezza, se tu vuoi Signore, puoi aiutarli a superare, e a guarire da tutte le malattie. Signore illumina i medici, nel curare il male di tutti i bambini nel mondo, rendi più efficaci le cure, e gli interventi sulle malattie. Signore da ai genitori di questi bambini, la forza di reagire al dolore, Signore sostieni questi bambini e le loro famiglie, affinchè abbiano la forza, e la speranza della guarigione. Nel nome del Padre, del Figlio, e dello Spirito Santo. Amen.

Questa Preghiera L'ho Scritta
Per Tutti i Bambini Ammalati Nel Mondo
Mio Signore e Mio Dio Ti Prego
Dai Sollievo Alle Loro Sofferenze.

Nicola Lecce
Scritta il 23/04/2012

giovedì 19 aprile 2012

Beato Chi Spera Nel Signore


 

Non Confidiamo Negli Uomini Potenti...
Perche in un Uomo, Non Possiamo Trovare La Salvezza...
Ma Beato Chi Ha Per Aiuto, il Dio Di Abramo, il Dio Di Isacco, il Dio Di Giacobbe...
Chi Spera Nel Signore Nostro Dio, Misericordioso e Onnipotente...
Creatore Del Cielo e Della Terra...
Ha La Vita Eterna.

Nicola Lecce
Scritta il 19/04/2012